Dal 1° gennaio 2009 è in vigore la revisione della legge federale concernente l’aiuto alle vittime di reati. Nella revisione si è tenuto conto soprattutto delle preoccupazioni di risparmio dei Cantoni. Di conseguenza, ora le vittime ricevono indennizzi inferiori e le vittime di reati all’estero restano completamente a mani vuote. Vogliamo un rafforzamento e un ampliamento dell’offerta per le vittime di violenza: gli indennizzi devono essere più elevati e le vittime devono poter far valere il proprio diritto alla consulenza e all’aiuto indipendentemente da dove è stato commesso il reato e dal loro statuto di soggiorno. In tal modo sarà possibile offrire un migliore sostegno alle vittime della tratta di esseri umani e alle donne che hanno subito violenze durante la fuga.

Voto a favore di una migliore protezione delle vittime di violenza e per maggiori indennizzi. E tu?

Chiara Orelli VassereDirettrice SOS Ticino